instagram a cosa serve

Se la domanda di partenza è “cos’è Instagram”, la risposta più sintetica e diretta che si possa dare è che si tratta di un social network, per la precisione il terzo social media più utilizzato nel mondo, dopo FaceBook e YouTube. 

Si tratta, per la precisione, di un’applicazione basata essenzialmente su contenuti fotografici, che non  prevede quindi la condivisione di contenuti testuali se non come accompagnamento alle immagini, acquisito qualche anno fa da Mark Zuckerberg, AD di FaceBook, e che negli ultimi anni ha raggiunto un enorme livello di popolarità e di utilizzo. 

La sua rapida e grande diffusione in qualsiasi ambiente è legata principalmente alla possibilità di scattare e condividere facilmente foto e video on-line. I profili degli utenti possono essere pubblici o privati ed è possibile utilizzare sia il nome e cognome o un nick name, a seconda delle preferenze.  

Altro aspetto particolarmente rilevante riguardo all’uso di questa app è che i contenuti possono essere condivisi in riferimento a degli #hastag, ovvero tag che hanno il compito di aggregatore tematico, in modo da facilitare l’individuazione dei contenuti stessi, che possono essere commentati e aggiunti di “like”.

Andiamo adesso subito a scoprire come funziona Instagram e cosa puoi fare con questa applicazione sia che tu sia un utente privato oppure un’azienda.

 

Come registrarsi a Instagram

Per accedere all’utilizzo di Instagram è prima di tutto necessario scaricare l’applicazione, sullo smartphone così come sul tablet o il pc. Per questo motivo, è necessario accedere ai diversi negozi virtuali dei dispositivi – App Store per iOS e PlayStore per Android, Windows Store per Windows Phone – individuando sul motore di ricerca l’app, per poi avviare l’installazione cliccando sull’apposito pulsante Installa/Accetto.

Una volta installata l’app, sarà possibile accedere al suo utilizzo solo dopo aver effettuato la procedura di registrazione. Se si svolge questa procedura per la prima volta, è necessario premere il pulsante “Non hai un account? – Iscriviti”, inserendo di seguito il numero di cellulare o indirizzo e-mail. 

Nel caso si fosse già in possesso di un account, invece, si può utilizzare un accesso tramite FaceBook. Esistono poi delle procedure facoltative, che consentono di importare i contatti direttamente dalla propria rubrica o da FaceBook.

 

Tipologie di Account

 È possibile distinguere gli account di Instagram in due tipologie:

  1. Account personale;
  2. Account aziendale.

Il primo tipo di account Instagram è pensato esclusivamente per scopi di socializzazione e coincide con la propria identità fisica, il secondo invece è pensata maggiormente a fini pubblicitari o commerciali e coincide con il nome del marchio, il nome dell’azienda oppure un alter-ego se si è un personaggio pubblico. 

L’account o profilo personale, pertanto, fa capo a chi utilizza il social esclusivamente a titolo personale – quindi corrisponde a un’identità fisica – mentre quello aziendale ha finalità pubblicitarie e commerciali – e corrisponde perciò a un marchio o a un’azienda.

 

Profili per uso personale

I profili ad uso personale possono essere configurati a loro volta come profili pubblici o, in alternativa, come profili privati. Quello pubblico corrisponde a quello fornito da Instagram al momento dell’iscrizione, e può essere successivamente trasformato in privato in ogni momento. 

Nella versione pubblica tutti gli utenti possono vedere ciò che è pubblicato sul profilo, in quella privata, invece, l’accesso è garantito solo alla cerchia di contatti autorizzati dall’utente. 

In questo secondo caso, per accedere al profilo privato è necessario inviare una richiesta di accesso al profilo che dovrà poi essere autorizzata dal proprietario.

 

Profili per uso aziendale

I profili aziendali come abbiamo detto sono quelli utilizzati a scopi commerciali da aziende, brand e influencer, e consentono di fare attività di web marketing e social advertising grazie a funzionalità speciali, tra cui il monitoraggio di dati e interazioni con gli utenti. 

Inoltre, questi account dispongono tipologie di chat differenziate. A questo tipo di profilo si è aggiunto poi il Profilo Creator, che è riservato a creatori di contenuti e in generale agli influencer, e si avvale di strumenti più potenti per la gestione del profilo e per il monitoraggio dei contenuti condivisi  

 

Caratteristiche di Instagram

La principale caratteristica di Instagram, dunque, è la funzionalità che rende possibile caricare foto e video direttamente dalla libreria del proprio smartphone, anche se, in alternativa, è anche possibile scattare foto dall’interno dell’app. 

Per caricare immagini e video è sufficiente premere il pulsante distinto dal simbolo (+), grazie al quale si accede alla Libreria del device per poi scegliere le immagini da pubblicare.  

Premendo la voce “Foto”, invece, si accede alla fotocamera del dispositivo, per scattare e poi condividere direttamente sul social, in questo grazie anche all’aiuto dell’editor foto, potendo modificare così gli scatti e utilizzare filtri ed effetti. 

La dimensione social e di condivisione è rappresentata poi dalla possibilità di “taggare” altri utenti e di geolocalizzare le foto grazie alla funzione “Aggiungi luogo”, avendo poi la possibilità di condividere o “ripostare” le foto anche su altri network come FaceBook, Twitter e Tumblr. Queste procedure sono valide anche  per la creazione e la condivisione di video. 

Tra le altre funzioni di Istagram si segnala poi quella di messaggistica, che consente di contattare e scrivere messaggi agli altri utenti del network.

 

Stories di instagram

Le stories sono una delle funzioni di Istagram che sta registrando la maggiore diffusione negli ultimi tempi. Si tratta di status temporanei, che possono contenere foto, video e frasi di testo, che vengono condivisi in riferimento ai follower che seguono un singolo account per la durata di 24 ore. Anche le stories così come tutti gli altri contenuti d’immagine possono essere editate con l’applicazione di filtri ed effetti.  

 

IGTV

Igtv è una delle più recenti funzionalità introdotte dal social. In pratica, si tratta di una Istagram Tv, una piattaforma per la condivisione di video a schermo intero, che consentono di disporre di una sorta di mini tv direttamente su smartphone o tablet.

I video hanno solitamente  una durata massima di 10 minuti, che sale a 60 minuti per gli influencer. All’interno della piattaforma è possibile visualizzare i video di tutti i profili seguiti

 

Reels

I Reel sono video che vengono inseriti in una sezione dedicata, e che sono sottoposti a una classificazione in base a interessi e chiavi di ricerca. Hanno un elevato potenziale di intrattenimento, tanto è vero che vengono utilizzati in particolare dai Profili creator.

 

#HASHTAG

Si può dire che Istagram sia un vero e proprio trionfo degli #hashtag. È infatti questo sistema di etichettatura di parole chiave a rende più semplice la ricerca di utenti e di contenuti all’interno del social.

Un #hashtag, in poche parole, consente di individuare agevolmente qualsiasi tipo di tema/argomento che sia stato marcato come parola chiave, consentendo di rintracciare in un clic tutti i contenuti relativi. Inoltre, gli hashtag possono servire anche a acquisire visibilità.

 

Differenza tra follow e follower

Su Istagram, contrariamente a quanto accade su FaceBook, non è prevista la richiesta di amicizia tra utenti, ma si impone il sistema del “follow”, ovvero la semplice operazione che porta un utente a seguire un determinato account attivo sulla piattaforma, che si traduce in “seguire un profilo”, per dirla in gergo. 

Ciò significa che per seguire una persona o una pagina è sufficiente cliccare sul tasto “Segui” per accedere ai contenuti dell’account prescelto. Secondo l’etichetta di Istagram, a ogni azione di follow dovrebbe corrispondere la stessa operazione da chi l’ha ricevuto, in base a una legge non scritta di reciprocità. 

Comunque vada, ogni profilo avrà un determinato numero di follow – ovvero di profili seguiti – e un determinato numero di follower – ovvero di profili che lo seguono. Quando il numero di follower diventa altissimo, quando cioè un profilo può vantare migliaia o milioni di follower, di solito si ha a che fare con un influencer.  

 

Come fare una diretta su Instagram

Le dirette Istagram sono pensate per entrare rapidamente in contatto e in maniera estremamente diretta e pervasiva con la propria community, grazie alla possibilità di ricevere commenti e domande dai follower in tempo reale. Sono dunque anche uno degli strumenti più utili per stabilire un contatto tra un brand e la sua clientela.

Per fare una diretta su Istragram è necessario, prima di tutto, contare su una connessione Internet stabile, in modo da garantire una buona qualità di streaming. Per attivarla è necessario aprire la fotocamera di Stories, toccando poi il tasto “In diretta” e subito dopo “Inizia un video in diretta”, attivando una diretta che può durare fino a un’ora di tempo. 

Durante lo streaming è possibile verificare quante persone stiano seguendo la diretta, la cui notifica sarà giunta a tutti i follower. La diretta può essere condivisa su IGTV, e comparirà come “storia” nella barra relativa, nella parte superiore del feed.

 

Conclusioni

Istagram è diventata oggi una delle piattaforme social più utilizzate al mondo, e deve il suo successo non solo all’utilizzo personale, ma anche a un sempre crescente impiego in ambito business e, soprattutto, da parte degli influencer. Per Integrare in modo accurato Instagram all’interno di una strategia di Marketing, è fondamentale associarlo alla pagina facebook, in modo da condividere anche lo shop, in presenza di un e-commerce, per fare questo è fondamentale saper utilizzare il Business Manager di Facebook.

Un successo planetario determinato sicuramente anche dall’estrema flessibilità della piattaforma e dalla sua capacità di creare un contatto rapidissimo e diretto tra follower.

Poiché comunque si tratta di un social media in costante evoluzione che presenta sempre nuove opzioni e funzionalità, anche per quanto riguarda la possibilità di creare ADV e contenuti sponsorizzati, è importanti affidarsi, nel caso di aziende e brand, a social media manager specializzati nella gestione di strategie di web e content marketing (in particolare nella realizzazione di contenuti testuali per i Social) su questo social come quelli che fanno parte della squadra di Unidevs.

 

Gennaro Napoletano

Sono Gennaro Napoletano un Consulente SEO per Imprenditori e Professionisti.
Nel 2012 mi sono Laureato in Informatica all’università degli studi di Salerno.
Il 23 Settembre del 2017, dopo aver seguito un corso SEO professionale della durata di circa sei mesi ed aver superato l’esame, ho conseguito la qualifica di: SEO Senior

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *