marketing perchè è fondamentale per aziende

La parola Marketing si riferisce ad un insieme di processi e strategie, utili a commisurare esigenze e bisogni di potenziali clienti, al fine di stabilire azioni e tecniche commerciali adatte al target  di acquirenti che l’azienda intende raggiungere.

Lo studio del mercato di riferimento, permette all’azienda di strutturare una strategia di comunicazione che sia competitiva e accattivante, adattando tempo, luogo e modalità di fruizione del  servizio, al la fascia di utenza designata.

Lavorando sulla comunicazione, sulle modalità di offerta e sul target di riferimento, attraverso strumenti e metodologie di Marketing, è possibile mirare ad una maggiore visibilità e ad un aumento del  bacino di utenza, dunque, dei profitti. 

Che cos’è il Marketing tradizionale

Nel corso del tempo, il Marketing, ha subito delle mutazioni, legate agli ambiti di azione in cui si è sviluppato e alle teorie elaborate a riguardo.

Quando parliamo di Marketing tradizionale, facciamo riferimento all’applicazione strategica di studi sul settore risalenti ai primi anni ’50, quando Jerome McCarthy elaborò il concetto di Marketing mix, ripreso in seguito da Philip Kotler e in uso fino agli anni ‘80, che poggiava i suoi cardini sulle famose 4 leve, le 4 P:

  • Product (prodotto)
  • Price (prezzo)
  • Place (distribuzione)
  • Promotion (promozione)

L’elaborazione dell’offerta, della distribuzione e della promozione ruotano, in questo caso, attorno al prodotto, tralasciando le specifiche legate al consumatore. Sarà l’avvento di internet a mettere in  luce alcune ulteriori elementi da tenere in considerazione, riassunti in altre 3 P, che si sommano alle precedenti:

  • People (persone)
  • Process (processo)
  • Phisical Evidence (prova tangibile)

Elementi fini a concentrare l’attenzione su un determinato target di acquirenti e calibrare, in relazione a questo, le strategie di comunicazione e le modalità di erogazione dei servizi tangibili.

Seguendo questo approccio, nei primi anni ‘90, il consumatore è al centro degli studi di Marketing per settore, e grazie all’intuizione di Robert F. Lauterboun le 4 P vengono riformulate e si trasformano in 4 C:

  • Consumer (Consumatore): evidenziare le necessità dell’acquirente, soddisfarle e intendere il  bene come prodotto da consumo;
  • Cost (Costo): considerare il  costo a cui l’acquirente fa fronte per usufruire del servizio, e stabilire il valore commerciale di un prodotto;
  • Convenience (Convenienza): assicurare ai clienti accesso rapido al prodotto e alle informazioni che lo riguardano, mediante piattaforme e canali di distribuzione “comodi” all’utenza;
  • Communication (Comunicazione):  proporre, raccontare, attirare l’attenzione del target di riferimento, e attuare strategie volte al mantenimento dei rapporti commerciali.

Che cos’è il Marketing  on-line

La digitalizzazione dei contenuti e dei servizi ha rivoluzionato le regole del Marketing tradizionale a partire dagli anni 2000, dando vita al Web Marketing, o Marketing digitale, un nuovo modo di intendere il rapporto con il consumatore.

Questa evoluzione, ha permesso e permette tutt’oggi alle aziende di raccogliere informazioni e profilare potenziali clienti, così da personalizzare l’offerta in relazione alle abitudini e alle preferenze dei singoli utenti.

Per la realizzazione di una strategia imprenditoriale efficace è importante tenere in considerazione le leve principali dell’Internet Marketing mix:

  • Commerce : è importante rendere l’esperienza di acquisto facile e intuitiva per l’utente, fornire descrizioni e informazioni dettagliate sul prodotto, monitorare l’interesse per i servizi offerti e calibrare il prezzo in relazione alla domanda;
  • Community: riunire gli utenti e offrire loro un luogo di confronto per dare vita ad uno scambio di opinioni, è utile ai fini conoscitivi del prodotto e importante per l’azienda, che ottiene un riscontro reale dalle esperienze riportate;
  • Content: offrendo contenuti di valore è possibile restituire ai clienti non solo informazioni e indicazioni sull’utilizzo dei prodotti proposti, ma anche una possibilità di relazione con il brand, con l’identità e i valori dell’azienda, messi in luce da una comunicazione efficace, all’interno delle piattaforme designate.

Le principali strategie di Marketing

Una buona strategia di Marketing mira a costruire rapporti solidi con i consumatori, definisce le modalità con le quali conquistare il target designato, e  determina il conseguimento degli obiettivi aziendali.

La progettazione di una strategia efficace prevede la messa in pratica di 5 fasi:

  1. Analisi delle opportunità e segmentazione del mercato
  2. Definizione del mercato obiettivo
  3. Posizionamento del brand e riconoscibilità
  4. Piano di Marketing (definire le leve)
  5. Controllo degli obiettivi e rielaborazione

Alcune tra le strategie più recenti di Marketing online si sono sviluppate attorno alla realizzazione di contenuti che generano valore per l’utenza, come nel caso dell’e-mail Marketing, altre attraverso l’interazione degli stessi utenti, grazie alla partecipazione attiva e alla compilazione di appositi form e questionari, come nel caso della Lead Generation.

E-mail Marketing 

Tale strategia di Marketing si avvale dei servizi di posta elettronica per disporre di un canale diretto con il consumatore.

Le campagne di e-mail Marketing sono utili non solo a creare un contatto con i potenziali clienti, bensì a mantenere alta la percezione e la riconoscibilità di un marchio.

È importante personalizzare l’interazione e fornire contenuti utili alle esigenze del cliente, creare modelli di mail adatti a più dispositivi e pilotare l’interesse dell’utente grazie all’ausilio di funzionalità specifiche, come l’inserimento di una Call to action, un invito in forma di bottone o link da cliccare.

Monitorare e valutare i risultati di un’attività di Marketing è sempre proficuo e interessante per verificare l’efficacia della campagna, nel caso dell’e-mail Marketing le valutazioni riguarderanno due tipi di analisi, qualitative e quantitative.

Lead Generation

Lead Generation significa letteralmente generazione di contatti, si tratta di una strategia di Marketing volta all’acquisizione di contatti potenzialmente interessati al prodotto o servizio offerto.

L’utente, una volta entrato in contatto con il brand viene invitato a lasciare i propri dati attraverso l’iscrizione a una newsletter, la compilazione di un form o la partecipazione ad una iniziativa legata al prodotto, diventando così un contatto da consolidare.

Il fine di questa azione di Marketing è trasformare un potenziale contatto in un potenziale acquirente, e con questo stabilire una relazione di interesse reale e continuativa, grazie all’ausilio di alcuni strumenti utili:

  • Creazione di un Blog aziendale
  • Ottimizzazione SEO per i motori di ricerca
  • Contenuti premium, come tutorial, corsi, webinar e approfondimenti 
  • Social network
  • Contest e concorsi on-line

 

Campagne ADS

Google ADS, ex AdWords, è una piattaforma PPC, pay-per-click, che offre agli inserzionisti differenti possibilità di campagne, utili a raggiungere il target di clienti designato.

Le campagne di digital advertising sono uno strumento di Marketing digitale utile a chi ha poco margine di investimento, flessibile e adattabile alle esigenze dell’azienda, che garantisce un traffico mirato e qualificato.

Le campagne differiscono tra loro in relazione agli ambiti e alle funzioni e possono essere calibrate a seconda degli obiettivi prefissi:

  • Campagne sulla rete di ricerca: gli annunci verranno mostrati su Google o all’interno di siti partner, agli utenti che digiteranno le parole chiave selezionate;
  • Campagne sulla rete display: annunci e banner pubblicitari compariranno all’interno dei siti web visitati dal target di riferimento;
  • Campagne Shopping: i prodotti saranno visibili ai clienti che li hanno ricercati tramite le parole chiave, all’interno della sezione Shopping di Google. Gli annunci riporteranno una descrizione dettagliata del prodotto e delle sue caratteristiche, con foto e prezzo in evidenza.
  • Campagne Video: gli annunci possono apparire all’interno della rete Display di Google, su un sito o, come nel caso di YouTube, essere video discover, presenti all’inizio o nel mezzo di un video, possono prevedere l’opzione Skip, essere outstream o bumper;
  • Campagne per App: gli annunci compaiono direttamente sullo smartphone e possono essere di testo, illustrati, fini alla promozione di un’app, e di sola chiamata, confezionati su misura per l’utente e di facile fruizione.

Ottimizzazione SEO

L’acronimo SEO, Search Engine Optimization, si riferisce a tutte quelle attività volte a massimizzare in termini di tempo e di acquisizione, l’analisi dei contenuti di una piattaforma da parte dei crawler del motore di ricerca, migliorando la scansione, l’indicizzazione e il posizionamento di una data pagina o informazione presente sul sito web.

Le attività di un consulente SEO di successo si riassumono in una strategia volta a massimizzare il traffico organico all’interno di un dato sito web, mirando ad un target qualificato e interessato ai servizi proposti.

L’attuazione di una strategia SEO si realizza grazie alla ricerca delle parole chiave, all’analisi dei competitor, all’ottimizzazione e al monitoraggio delle attività svolte.

Social media Marketing

Con Social Media Marketing s’intende l’insieme delle attività promozionali e relazionali, legate alla gestione del  traffico e/o degli acquisti di un dato brand, all’interno dei principali Social Network (Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin, Pinterest, etc.).

Le piattaforme di social network e i  blog sono in grado di mettere in contatto utenti e brand in maniera immediata e diretta, facilitano la costruzione di relazioni e fidelizzano l’utente, stimolando un senso di appartenenza e partecipazione, finalizzato alla possibilità di condivisione e interazione prima, e di acquisto dopo.

Qualunque attività di Social Media Marketing, siano essi la realizzazione di testi per i social, oppure campagne di Advertising, deve essere calibrata in relazione alla piattaforma designata, ognuna di queste, infatti, necessita di uno stile comunicativo appropriato al target e alle modalità di interazione, per fare in modo che l’utenza si senta vicino ai valori dell’azienda e invogliata all’acquisto.

Conclusioni

Le strategie e le azioni di Marketing descritte all’interno di questo articolo, vanno a vantaggio del brand che supportano, perché permettono all’utenza di trasformare un ipotetico acquisto, in una reale esperienza. 

Chi si occupa di Marketing, come la nostra agenzia Unidevs, non mira immediatamente all’innalzamento dei profitti, lavora piuttosto sulla definizione del rapporto con il cliente, coinvolgendolo nella creazione di attività e contenuti.

Una strategia di successo è determinata da una comunicazione efficace, dalla  trasmissione inequivocabile dei valori e delle ideologie legate al marchio, con il fine di consolidarne l’identità e rafforzare il rapporto con il pubblico.

Gennaro Napoletano

Sono Gennaro Napoletano un Consulente SEO per Imprenditori e Professionisti.
Nel 2012 mi sono Laureato in Informatica all’università degli studi di Salerno.
Il 23 Settembre del 2017, dopo aver seguito un corso SEO professionale della durata di circa sei mesi ed aver superato l’esame, ho conseguito la qualifica di: SEO Senior

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *