facebook vs google

Devi realizzare una campagna di advertising e sei indeciso se utilizzare Facebook Ads oppure Google Ads?

Non ti preoccupare, è un quesito che tutti coloro che fanno marketing online e che vogliono ampliare la visibilità del proprio profilo e della propria pagina aziendale si pongono.

Il confronto Facebook Ads vs Google Ads è un vero e proprio scontro tra titani, due delle piattaforme che hanno cambiato in modo radicale la pubblicità online, offrendoti ampie alternative.

In questa prospettiva, scegliere non è facile dato che ambedue i sistemi hanno una serie di pro e di contro, a cui si aggiungono anche un certo investimento economico. 

L’errore più comune è pensare che siano due realtà che abbiano le stesse caratteristiche. Questa affermazione è in parte vera, dato che ambedue i sistemi partono dal concetto di offertiti la possibilità di creare campagne e annunci pubblicitari che si basano sul sistema PPC, acronimo che identifica il Pay per clic. Questa forma di pubblicità e oggi valutata come la migliore, dato che in base alle ultime ricerche, il 64% delle conversioni avvengono partendo da un annuncio Pay per click.

Inoltre, ambedue offrono degli aspetti molto utili per raggiungere un target di persone ampio e quindi avere probabilità di ampliare i propri futuri clienti.

Dall’altro lato si avranno però profonde differenze. In questa guida avrai tutte le informazioni utili per valutare ti pro e i contro di queste due piattaforme con un confronto diretto tra Facebook Ads vs Google Ads.

 

Indice

Facebook ADS

L’idea che ha spinto il social network Facebook a creare un sistema di advertising da utilizzare all’interno della sua piattaforma è stata quella di offrire un prodotto che potesse essere intuitivo, funzionale e permettere di pubblicizzare il tuo brand.

Attraverso di esso sarà possibile partecipare ad aste online con l’assegnazione di spazi pubblicitari che potranno comparire su tutta la piattaforma, dai marketplace a Instagram, dai feed video alla home page di un profilo, fino alla posta di Messenger.

Facebook Advertising si rivolge a tutti coloro che hanno un profilo social e vogliono aumentare la loro visibilità incrementando le visualizzazioni, un fattore determinante per dare inizio a quel processo che prende il nome di funnel marketing.

Il suo punto di forza è quello di essere un sistema accessibile a tutte le tipologie di utenti. Quindi potrai utilizzarlo se vuoi promuovere il tuo blog, la tua pagina aziendale oppure il sito internet presente su Google. inoltre, oggi potrai anche ampliare le vendite dei tuoi e-commerce grazie al sistema Facebook Shop.

Se vuoi conoscere tutte le potenzialità di programmare e realizzare una campagna di marketing, puoi visionare la nostra guida specifica su Facebook Ads cliccando sul seguente link.

 

L’altra piattaforma che potrai valutare per effettuare le campagne di advertising o per inserire un singolo annuncio pubblicitario è Google Ads. Anche questo sistema ha stravolto in maniera evidente le scelte del marketing online.

 Infatti, si deve considerare che la piattaforma sfrutta tutte le potenzialità del principale motore di ricerca offrendo quindi non solo un numero di utenti praticamente illimitato, e che ogni giorno lo utilizza per migliaia di query, ma anche tutte le informazioni che possono essere recepite per quanto riguarda la ricerca di prodotti e sevizi.

Google ha aperto la pubblicità a tutti gli utenti che dispongono di un sito aziendale e vogliono sponsorizzare i proprio prodotti, ma anche ai siti come blog o quelli di natura finanziaria, alle pagine collegate alla didattica e all’informazione e che offrono servizi di vario genere.

Ciò comporta che con Google Ads sarà possibile creare una vasta rete di pubblicità e raggiungere soggetti che abbiano uno specifico interesse per un prodotto, ma anche persone che si trovano a visitare la tua pagina senza una precisa consapevolezza.

Una piattaforma che ti offre diverse opportunità. Se vuoi disporre di tutte le informazioni su Google Ads ti rimandiamo alla nostra guida.

In questa sede, andremo a considerare l’utilità del sistema advertising e i suoi vantaggi, che ti permette di ottenere un aumento di visualizzazioni, potenziando le campagne SEM e le varie strategie di web marketing che si basano sull’ottimizzazione SEO e sul Content Marketing.

 

Pro e contro facebook e Google Ads

Il fine di utilizzare Google Ads o Facebook Ads è quello di aumentare la posizione della tua pagina sul web, un fattore che permettere l’aumento di visitatori che giungeranno alla tua pagina. 

Questo determina maggiori probabilità di ottenere conversioni e quindi di raggiungere un aumento della produttività. Gli strumenti che vengono utilizzati sono differenti, dato che si mette a confronto un social network con un motore di ricerca.

Per questo di seguito, nel confronto tra Google Adwords vs Facebook Ads andremo a considerare:

  • i pro e i contro di ambedue i sistemi;
  • quali sono i parametri per valutare la piattaforma più adatta.

 

Facebook Ads: i Pro

Iniziamo dai vantaggi di utilizzare la piattaforma di Facebook.

 

1. Le operazioni di targeting e tracking sono facili e intuitive

Con Facebook Ads avrai la possibilità di rivolgerti a un target di utenti specifico, utilizzando i vari strumenti previsti come i Pixel e le informazioni presenti all’interno della sezione di analisi

Inoltre, potrai selezionare il target in base all’area geografica, alle preferenze dei clienti e alla tipologia di comportamento che hanno eseguito sulla tua pagina. Questo aspetto ti offre ampi vantaggi, dato che avrai l’opportunità di personalizzare le campagne oltre a sviluppare strategie di remarketing più efficaci, creando un pubblico specifico. 

 

2. Permette di ottenere traffico social

Qualche numero può essere utile per comprendere quali sono le potenzialità di Facebook. Sono circa 2,5 miliardi le persone che hanno un account su questo social con una percentuale che è per il 70% di utenti privati e per il restante di aziende.

In Italia sono più di 3I8 milioni gli utenti che accedono alle pagine del Network ogni giorno. 

Basta considerare che in media una persona passa dai 40 minuti alle 2 ore a visualizzare i profili su Facebook per valutare le potenzialità di utilizzare un sistema di advertising.

A questo devi aggiungere il numero di utenti che impiegando anche Instagram, che di aggirano sui circa 28-30 milioni. 

 

3. Consente un controllo giornaliero del budget speso

Avrai la possibilità di verificare il ROAS in modo diretto. Questo termine identifica lo specifico ritorno economico collegato alla singola spesa pubblicitaria e quindi quali sono stati le vendite o altre tipologie di conversioni che hai ottenuto grazie a un annuncio.

Questo valore è importante, dato che ti permette di valutare in concreto se la tua campagna di advertising è stata efficace e quindi sei riuscito ad attirare l’attenzione di un cliente che ti conosce o di uno nuovo. 

In questo modo potrai adottare richiede eventuali accorgimenti, necessari a raggiungere il tuo obiettivo.

 

4. Sul breve termine è economico

Il costo per click degli annunci di Facebook Ads varia in base alla tipologia di posizione che hai acquisito sulla network e al settore merceologico di riferimento. In ogni caso, i costi della pubblicità sul social sono alla portata di qualunque azienda

Quindi non ti devi preoccupare di stabilire un budget importante, ma avrai la possibilità di ottenere una strategia di marketing efficace anche con un investimento ridotto.

Ciò ti offre diverse opportunità soprattutto se sei nelle fasi inziali in cui devi aumentare la tua visibilità e non hai ancora un brand ben delineato.

 

5. Utile per una strategia di Branding

Il branding è un’attività attraverso la quale si crea una specifica immagine nella mente del cliente del tuo brand. Questo porterà a dare valore ai tuoi prodotti, semplificando il processo di vendita e spingendo gli utenti a preferire il tuo marchio rispetto a quello dei competitor.

Con Facebook Ads sarà posabile rafforzare questo processo, rendendolo uno strumento molto utile nel tempo per differenziarsi dagli altri competitor.

 

6. Ampia gamma di annunci

Gli annunci che potrai creare con Facebook Ads possono esprimere tutta la tua fantasia, dato che disporrai di diversi strumenti:

  • testo;
  •  immagini;
  • video;
  • effetti multimediali e sonori.

Come si è evidenziato da diverse ricerche, combinare immagini con il testo o con altri elementi visivi permette di aumentare l’attenzione di un utente e quindi rendere più facile iniziare la prima fase del sistema ad imbuito: attirare l’attenzione.

Inoltre, la possibilità di impiegare video o altri sistemi multimediali ti permetterà di creare annunci unici, creando già dalla pubblicità una sorta di distacco dai tuoi competitor.

 

6. Interattività accattivante

Un’inserzione su Facebook Ads permette un’interattività diretta con l’utente, sfruttando proprio la diversificazione della pubblicità. Ciò permette di facilitare la fase inziale di contatto con la generazione dell’interesse nei confronti del tuo prodotto o servizio.

 

Facebook Ads: i Contro

Vediamo quali sono gli aspetti da valutare quando si decide di utilizzare Facebook Ads.

 

1. A lungo termine è più costoso

Se da un lato si potrà sfruttare un sistema Pay per click che ha costo accessibile a tutti, dall’altro sarà indispensabile impostare in maniera adeguata una campagna pubblicitaria o un annuncio. 

Infatti, se non si conoscono tutte le potenzialità di questa piattaforma con il tempo si rischia di disperdere il budget con la consegua di spendere più risorse rispetto ai risultati che si ottengono.

Un esempio può essere quello di selezionare un target troppo ampio, oppure di non creare un annuncio accattivante.

 

2. Il pubblico potenzialmente non è interessato

Il pubblico a cui si fa riferimento è quello non consapevole, ovvero un utente che non ha ancora la percezione della necessità di uno specifico prodotto o servizio che offri. Quindi, si imbatterà sul tuo annuncio senza una specifica ricerca. 

Ci traviamo in quella prima fase del processo di vendita in cui dovrai creare l’attenzione nei confronti del tuo sito, un processo non facile e che richiede quindi la creazione di annunci che siano ben costruiti. 

 

3. Difficoltà ad attenere conversioni dirette

Il fatto di rivolgersi principalmente a utenti che non hanno consapevolezza, implica anche un costo maggiore nel riuscire ad attuare tutto il processo di vendita. Infatti, in Facebook Ads si evidenzia come il processo di conversione diretto è un qualcosa che avviene più difficilmente, dato che l’utente non è convinto di uno specifico prodotto o servizio.

Ciò implica la necessità di utilizzare altri strumenti di marketing che possano contribuire alle fasi successive, di interessamento e successivamente trasformare la visita in uno specifico comportamento.

 

4. Il targeting non può essere limitato a uno specifico intervallo temporale

Su Facebook avrai la possibilità di selezionare il target di riferimento degli utenti a cui ti vorrai riferire utilizzando diverse opzioni: dall’età al sesso, dai dati demografici alla tipologia di preferenze, dall’istruzione alla tipologia di dispositivo che viene utilizzato. Unica opzione che non è prevista è quello di stabilire uno specifico intervallo temporale, un fattore che potrebbe essere molto utile per minare a una fascia di utenza.

 

5. È più adatto ai mercati B2C

Più del 70% dei profili presenti su Facebook sono di privati mentre il restante è composto da aziende. Ciò vuol dire che la maggior parte degli utenti che accederanno al tuo sito, grazie a un tuo annuncio, saranno dei privati. Quindi dovrai considerare questa piattaforma più adatta alle relazioni dirette Business to Customer invece che quelle B2B ovvero tra le aziende.

 

Vediamo ora quali sono i vantaggi di scegliere Google Adwords rispetto a Facebook Ads.

 

1. Offre strumenti evoluti per l’analisi e la misurazione

Il primo vantaggio di scegliere la piattaforma Google Ads riguarda l’ampia disponibilità di strumenti che permettono la realizzazione non solo di campagne, ma anche di effettuare l’analisi e la misurazione delle tue attività di marketing.

Infatti, disporrai di una sezione apposita attraverso cui avrai accesso a tutte le informazioni e i comportamenti avuti da un utente nel momento in cui ha effettuato una visualizzazione del tuo sito. Con la giusta valutazione di questi dati, avrai la possibilità di creare campagne di marketing sempre più specifiche ed efficaci.

 

2. Permette di accedere a dati dettagliati

Google Ads ha il grande vantaggio di attingere a un numero impressionate di informazioni, che vengono generate ogni volta che un utente utilizza la barra di ricerca. Questi dati verranno analizzati, creando quindi una serie di informazioni molto dettagliate che potrai impiegare al fine di creare la tua campagna pubblicitaria, oppure puntare a un’operazione di remarketing.

 

3. La targetizzazione del pubblico è limitata a uno specifico intervallo di tempo

La targetizzazione di Google Ads avviene, anche, in base a una parola chiave, ovvero a una specifica ricerca che è stata effettuata dagli utenti. Inoltre, avrai la possibilità di selezionare il tuo target di ricerca in base alle aree geografiche in cui desideri che i tuoi annunci vengano pubblicati e alle fasce di orario.

Questo aspetto può essere molto utile per concentrare le tue risorse economiche su un momento particolare della giornata, quello che per esempio in cui l’utente ha a disposizione del tempo per effettuare le ricerche e concludere il processo di acquisto.

 

4. Utenza elevata

Sono più di 3 miliardi le persone che utilizzano Google ogni giorno, con una stima di circa 5 miliardi di query e una media di 75.000 ricerche ogni secondo.  Considerato il numero di persone che ogni giorno usa Google, il pubblico potenziale di un annuncio è veramente vasto. Questo fattore è uno dei principali vantaggi di impiegare la piattaforma Google Ads. 

Devi però considerare un aspetto. Il numero impressionate di utenti non significa che ti basta creare un annuncio per ottenere un risultato. Dovrai effettuare una strategia di marketing attenta, altrimenti, rischierai di investire risorse senza però ottenere uno specifico ritorno economico.

 

5. Viene premiata la qualità

Google presenta un algoritmo in base al quale ogni annuncio comparirà in una specifica ricerca, se la sua creazione rispecchia quello che gli utenti vogliono.

Questo determina che non basta creare un semplice pubblicazione, ma questa dovrà rispettare quei parametri che sono considerati indispensabili dal motore di ricerca, con l’ottimizzazione SEO, la presenza di parole chiavi, per citare alcuni esempi, che rendono un advertising di qualità e con un determinato valore.

 

6. Vi è meritocrazia nell’assegnazione dell’asta

L’attenzione alla qualità è un elemento indispensabile per creare una cernita tra le tantissime campagne presenti sul motore di ricerca e permettere al contempo una navigazione veloce all’utente. Un concetto collegato anche la principio di meritocrazia nell’asta

In base alle regole di Google Ads ogni annuncio riceverà uno specifico punteggio che inciderà sull’assegnazione dello spazio pubblicitario e che sarà indipendente dalla tipologia di investimento economico che verrà fatto.

Ciò comporta un sistema che permette a tutte le aziende di avere le medesime possibilità di aumentare la loro visibilità.

 

7. Sono favorite le conversioni dirette

Con Google Ads l’utente parte da una ricerca di una parola chiave, quindi ha già una consapevolezza di ciò che ha bisogno. Questo favorisce le conversioni dirette, dato che se il link della tua azienda è presente nei primi posti della classifica SERP, allora avrai più probabilità che dopo la visualizzazione si concluderà un acquisto di un tuo prodotto o servizio

 

Vediamo ora quali sono i contro nell’utilizzare campagne di Google Advertising.

1. Richiede tempo

Ottenere un return of investment efficace utilizzando Google Ads richiede un tempo più lungo rispetto a Facebook Ads (ricorda tutto va contestualizzato), anche perché si deve permettere al tuo link di migliorare il posizionamento. 

 

2. Costo CPC maggiore

Google conosce bene quali sono i settori che hanno maggiori richieste rispetto a quelli di nicchia. Per questo uno svantaggio di effettuare una campagna di advertising con questa piattaforma è quello della variazione del costo in base al settore merceologico e al mercato di riferimento.

Ciò vuol, dire che per valutare il budget della tua strategia di marketing dovrai considerare quali sono le caratteristiche dei tuoi prodotti.

 

3. Il targeting social è limitato

Con Google Ads avrai la possibilità di effettuare una selezione del target di clienti in base alla fascia di orario e all’area geografica, ma non avrai molte opzioni per quanto riguarda età, tipologie di abitudini e preferenze.

 

4. Mancano funzionalità social e multimediali

Google può essere considerata un’immessa community, ma non ha quelle caratteristiche di un social network. Infatti, nasce e si sviluppa come motore di ricerca, un aspetto che può portare diversi vantaggi, ma limita molto la condivisione delle informazioni.

Ciò significa che se in una piattaforma come Facebook, sono gli stessi utenti a generare traffico con i loro commenti e giudizi, questo su Google non avviene.

 

5. Ha uno scarso impatto sulla Brand Equity

Altro aspetto negativo riguarda il rafforzamento del tuo brand. Infatti, la focalizzazione di Google Ads è su persone che hanno già fatto una scelta e quindi vogliono valutare i vantaggi di un tuo prodotto e servizio.

Questo determina uno scarso impatto per ciò che riguarda le attività di branding, che possono essere molto vantaggiose per semplificare le conversioni. Anche se a dire il vero Google mette a disposizione molti altri canali per questo obiettivo.

 

6. Hai meno possibilità di personalizzare gli annunci

Infine, devi considerare che anche se disponi di un numero ampio di annunci e dei formati, questi riflettono degli schemi ben precisi, con degli standard che devi rispettare. Un fattore che limita la tua fantasia e anche la possibilità di differenziarti rispetto a un altro competitor.

 

Quale scegliere tra le due piattaforme di Advertising

Come hai potuto vedere nel confronto diretto tra Google Ads vs Facebook Ads, le due piattaforme hanno enormi potenzialità e sono finalizzate ad aumentare la tua visibilità. Ognuna ha una serie di vantaggi e di svantaggi e in linea di massima le loro funzioni sono equiparate.

Come scegliere tra le due?

Un parametro che devi considerare è la tipologia di cliente a cui si riferiscono. Infatti, si dovrà fare una distinzione tra domanda latente e quella consapevole. 

In Facebook, gli utenti che lo utilizzano non hanno una consapevolezza di ciò che desiderano e quindi utilizzando il network per una ricerca generica. Nel momento in cui si presente un annuncio, se questo è stato ideato secondo i giusti parametri, inizierà quel processo che porterà alla consapevolezza del cliente di aver bisogno del tuo specifico prodotto e servizio e alla conversione finale.

Un esempio può esserti di aiuto:

Immagina di navigare su Facebook leggendo alcuni post di cucina. A questo punto ti compare un annuncio di un’offerta di un elettrodomestico, come un frullatore. Pochi giorni prima, cucinando ti sei proposto di effettuare un acquisto del genere anche se eri indeciso. Ora nella tua mente si crea un interesse per quell’annuncio, che ti spingerà a visitare la pagina del fornitore e a un eventuale conversione.

Con Google Ads il processo è molto diverso, dato che si basa sul concetto di domanda consapevole. Ciò significa che tu sei già a conoscenza della tua necessità di comprare un frullatore o un altro prodotto e quindi decidi di effettuare una specifica query, scrivendo la parola chiave all’interno della barra di ricerca.  In questo modo sarai portato ai siti che rispecchiano quello che desideri e in base al loro posizionamento e al branding, avrai la possibilità di soddisfare la tua necessità.

Questo aspetto è un fattore importante per scegliere la piattaforma più adatta. Infatti, se vuoi rivolgerti a possibili clienti che non sono ancora consapevoli di necessitare del tuo prodotto, potrai utilizzare Facebook. Viceversa, se ti vuoi focalizzare su un pubblico consapevole la scelta è quella di Google Ads.

Una considerazione è importante. Se il budget collegato al marketing lo permettesse potrebbe essere utile combinare ambedue le piattaforme e quindi sfruttare le loro particolarità in modo da potenziale la visibilità sia sui profili social sia su Google e YouTube.

 

Non sai quale servizio di advertising: utilizzare: contattaci per una consulenza

Scegliere tra Google Adwords e Facebook Ads non è un’operazione facile, anche se indispensabile, data importanza del ruolo della pubblicità online. 

Inoltre, a questo devi aggiungere che per ottenere la massima efficacia dai tuoi annunci pubblicitari è necessario anche disporre di una conoscenza profonda degli strumenti che potrai utilizzare. 

Questo aspetto è determinante per non trovarti con un investimento che non prevede un ritorno in ambito di conversioni. In questa prospettiva, se non sai quale delle piattaforme è più adatta alle tue esigenze, potrai rivolgerti a dei professionisti del settore come la web agency Unidevs. Disporrai di un consulente di digital marketing dedicato che potrà valutare insieme a te qual è lo strumento più adatto per raggiungere il tuo obiettivo.

 

Gennaro Napoletano

Sono Gennaro Napoletano un Consulente SEO per Imprenditori e Professionisti.
Nel 2012 mi sono Laureato in Informatica all’università degli studi di Salerno.
Il 23 Settembre del 2017, dopo aver seguito un corso SEO professionale della durata di circa sei mesi ed aver superato l’esame, ho conseguito la qualifica di: SEO Senior

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *