scheda prodotto e-commerce ottimizzata SEO

Tutti sono d’accordo nel dire che realizzare e ottimizzare un sito e-commerce è un’attività che richiede cura e sapiente gestione di tutti gli elementi e funzioni che esso contiene. 

Tuttavia, accade spesso se non di dimenticare, almeno di sottovalutare, uno degli elementi che maggiormente sono in grado di determinare il successo commerciale di uno shop on-line: la scheda prodotto.

Di cosa si tratta esattamente?

Ebbene, una scheda prodotto è, in pratica, la pagina che offre una descrizione di un determinato articolo o servizio in vendita, di solito corredata da immagini, in alcuni casi da un video, e ovviamente con tutte le informazioni destinate a spingere l’utente a passare dallo status di visitatore a quello di acquirente. 

Basta leggere queste poche righe, per comprendere tutta l’importanza di queste pagine, che devono essere necessariamente progettate e realizzate in maniera adeguata per riuscire a portare gli effetti sperati. 

 

Elementi da ottimizzare per una scheda prodotto che faccia la differenza

Alla luce di quanto detto nell’introduzione, non è sbagliato pensare che un’ottimizzazione SEO fatta in modo adeguato possa essere in grado di rendere ulteriormente efficace una scheda prodotto di un e-commerce, rendendola facilmente individuabile attraverso i motori di ricerca e trasformandola, così, in un’autentica landing page.

L’ottimizzazione degli elementi base che costituiscono una perfetta scheda prodotto sono individuati con precisione dai tecnici specializzati, che ne consigliano l’attenta progettazione e implementazione. 

Qui di seguito te ne daremo però una panoramica abbastanza esaustiva in modo che tu possa renderti conto della complessità come dell’importanza della sua realizzazione.

 

Foto prodotto, gallery e video

Come accade in generale nella comunicazione on-line, le immagini hanno un’importanza fondamentale nel catturare l’attenzione e l’interesse degli utenti. 

Per questo motivo, soprattutto nel caso delle schede prodotto di siti e-commerce è necessario che siano sempre corredate da immagini di elevata qualità, organizzate in gallery che offrano un numero sufficiente di file in modo da offrire una totale visibilità del prodotto da ogni angolazione. 

Alle immagini, poi, si consiglia quando possibile di aggiungere anche un video, che sia in grado di presentare in maniera ancora più dinamica ed efficace l’articolo descritto all’interno della scheda.

 

Descrizione breve

Naturalmente, una scheda con la descrizione del prodotto non può essere costituita solo da immagini e video, ma deve essere corredata da tutte le informazioni necessarie ad illustrare caratteristiche e funzionalità dell’articolo. 

Questa, a sua volta, è costituita da una descrizione breve seguita a sua volta da una descrizione tecnica più lunga. In particolare, nella descrizione breve, che serve soprattutto a catturare l’attenzione del visitatore, è  molto importante non saturare il contenuto con spiegazioni eccessive, mettendo in risalto soprattutto gli aspetti più salienti e degni di nota.

Un consiglio di ordine pratico: evita sempre di utilizzare, anche nella descrizione breve, testi informativi copiati, che sono  facilmente da Google individuati e riconosciuti come i famigerati “contenuti duplicati” (link all’articolo sul meta tag canonical) che danno luogo a penalizzazioni. 

 

Descrizione Dettagliata

Dopo la descrizione iniziale sintetica, quindi, la scheda prodotto è bene che sia corredata anche da una scheda propriamente tecnica, in cui troveranno spazio sia informazioni di ordine pratico (dimensioni, tipo di imballaggio, prezzo, modalità di utilizzo e così via) sia una descrizione più approfondita e dettagliata della tipologia di articolo e il suo funzionamento.

 

Testimonianze e Recensioni

Le testimonianze e le recensioni di utenti che hanno effettuato acquisti sul sito hanno, in genere, un’ottima influenza sulla “shopping experience” degli utenti, favorendo il loro passaggio alla fase di acquisto. 

Per questo motivo si consiglia sempre di inserire recensioni e commenti “positivi” in ogni scheda prodotto.

 

Elementi che incentivino l’aggiunta al carrello

Oltre agli elementi che abbiamo visto, ne esistono altri in grado di favorire e incentivare la spinta ad aggiungere al carrello uno o più prodotti durante la navigazione in un sito di e-commerce. 

Tra questi, vi sono ad esempio la necessità di esporre chiaramente i prezzi, l’Iva e le eventuali scontistiche, ma anche le indicazioni su condizioni di spedizione, tempi di consegna, facilitazioni nell’acquisto, sicurezza di pagamento e possibilità di reso.

 

Prodotti correlati

Veniamo ora a dei contenuti che svolgono un ruolo cruciale all’interno della scheda che non è solo quello di spingere l’utente verso la conversione finale, ma anche quello di incrementare il fatturato, riducendo i costi di acquisizione. 

Uno di questi sono i prodotti correlati. Cosa sono esattamente? Resta con noi che te lo spieghiamo subito. 

Nel momento in cui un utente approda su una delle pagine prodotto del tuo negozio on-line, risulta efficace mostrargli anche le schede di altri articoli presenti nel tuo assortimento. 

Per questo motivo, i siti e-commerce puntano a inserire nella scheda prodotto anche su un’apposita sezione di prodotti correlati, il cui scopo è quello di far scoprire all’acquirente potenziale anche un altro articolo rispetto a quello che stava cercando, inducendo ad includerlo al suo carrello. 

Oltre ai prodotti alternativi o correlati, spesso i prodotti suggeriti nelle schede prodotti sono articoli complementari a quello che stai vedendo: l’obiettivo del venditore in questo caso è quello di farti acquistare entrambi, un po’ come avviene al fast food quando ordini un hamburger e ti chiedono subito se vuoi anche le patatine!

 

Schede prodotto e copywriting persuasivo

Veniamo qui ad un argomento che può sembrare roba da veri esperti ma che in effetti tocca da vicino tutti coloro che hanno un sito e-commerce. 

La creazione di testi “persuasivi” che siano orientati a catturare l’attenzione e l’interesse dell’utente e, in ultima analisi, a vendere, rappresenta un aspetto non secondario nella creazione di una pagina prodotto efficace. 

I contenuti degli script, infatti, non vanno mai e quando diciamo intendiamo proprio in nessuna circostanza, sottovalutati.  Va da sé che, se non sei in grado di farlo tu stesso dovrai affidarti a dei copywriter esperti in modalità di scrittura persuasiva come quelli che abbiamo nel nostro staff, in quali, oltre a scrivere in modo perfettamente SEO Friendly, saranno anche realizzare resti attentamente calibrati al fine di persuadere la clientela a spingerla verso le operazioni di acquisto. 

Le tecniche di copywriting persuasivo che si possono usare sono ovviamente moltissime, molte di queste si basano anche sullo studio del comportamento cognitivo, altre partono ad un’attenta analisi del comportamento d’acquisto degli utenti/ clienti del sito.

Dato che non possiamo fare qui un corso accelerato di tecniche di copywriting persuasivo, possiamo dire che uno degli aspetti fondamentali da mettere in risalto per riuscire a convincere gli utenti almeno ad andare avanti nella lettura e quindi a comprare l’articolo è quello di individuare chiaramente il problema o bisogno che l’articolo (o servizio) va a risolvere o soddisfare, spiegando esattamente quale sarà il giovamento che il potenziale acquirente potrà trarne acquistando quel prodotto rispetto ad un altro della concorrenza.

 

Non dimentichiamoci gli elementi SEO

Lo abbiamo già detto all’inizio quindi è innegabile che applicare un’ottica SEO alla creazione delle schede di prodotto per un sito di e-commerce costituisce un altro elemento strategico da tenere sempre in considerazione quando ci si occupa di questa aspetto della propria attività.

Ciò è vero soprattutto in considerazione del fatto che, oltre all’utenza, è necessario operare in funzione dei motori di ricerca, che sono gli strumenti in grado di portare sul sito potenziali acquirenti. 

Un’ottimizzazione SEO, effettuata da Consulenti SEO esperti, infatti, è in grado di aumentare sensibilmente la visibilità e la rintracciabilità delle tue pagine e-commerce generando traffico qualificato on-site. 

Ma vediamo insieme, nello specifico, quali sono gli elementi da ottimizzare nelle tue schede prodotto.  

 

Velocità caricamento pagina 

La velocità di caricamento delle pagine costituisce un fattore strategico che serve prima di tutto a migliorare l’user experience e per questa via anche i Core Web Vitals, ossia l’insieme dei nuovi parametri che vanno a costituire il ranking di un sito web su Google. 

Sappiamo bene che chi naviga non è disposto ad aspettare tempi di caricamento lunghi, e anche i motori di ricerca necessitano di risposte veloci. C’è una stretta relazione tra performance di un sito e risultati di vendita, aspetto che diventa fondamentale soprattutto in riferimento a una navigazione da mobile. 

In questo senso, si rivelano imprescindibili tutte le operazioni di programmazione e di ottimizzazione del sito volti a incrementare  e potenziare la velocità del tuo sito e-commerce ed ottimizzare i rapporti esperienza con le pagine di Google.

Passiamo ora in rassegna alcuni degli aspetti che sono fondamentali nel processo di ottimizzazione di un contenuto online in generale e di una scheda prodotto in particolare.

 

Titolo, Title e Description

Questi sono proprio i primi tre elementi da cui partire per l’ottimizzazione di una scheda. 

Titolo, title e descripiton, chiamati genericamente “tag d’intestazione” hanno il compito di organizzare i contenuti presenti nella pagina, suddivisi per livello di priorità: si parte dal titolo principale “H1” e si procede in successione  fino ad H6. 

La composizione del tag title deve essere unica per ogni scheda prodotto,  presentato ed è molto importante perché esso viene linkato al sito nella pagina dei risultati dei motori di ricerca (SERP). 

In genere, i tag title devono contenere al massimo 70 caratteri, riportando all’inizio la parola chiave in ottica SEO. 

Un altro elemento da curare è la meta description, che di solito viene ripreso nelle snippet e, proprio per questo motivo, deve già contenere un buon livello di persuasività.

 

Ottimizzazione delle immagini

Come abbiamo visto nel secondo paragrafo, le immagini sono fondamentali per qualsiasi tipo di attività e-commerce: dato che il prodotto non può essere “toccato” dal cliente, è necessario che sia almeno ben visibile attraverso foto, video o ogni tipo di contenuto “visivo” necessario.

Tuttavia, è anche importante che le immagini siano perfettamente ottimizzate in modo da non creare problemi con il caricamento delle pagine e l’indicizzazione.  

Ecco di seguito alcune indicazioni per una perfetta ottimizzazione delle immagini: 

  • Ritagliare le immagini rispettando le adeguate dimensioni, evitando che siano più grandi del necessario;
  • Ridurre il peso dei file nel formato più adatto.
  • Rinominare i file impiegando il nome dei prodotti che raffigurano, utilizzando anche parole chiave per incentivare il posizionamento;
  • Inserire l’ALT text utilizzando il nome del prodotto e parole chiave secondarie.

Riducendo il peso delle immagini aumenta la velocità di caricamento delle pagine e quindi l’experience dell’utente, mentre l’ottimizzazione delle immagini-prodotto contribuisce a incrementare il traffico proveniente da Google Image Search.

 

Dati strutturati e Rich Snippet

L’impiego di titoli e meta description adeguati consentono di avere la migliore snippet nella SERP ma, ciò nonostante, è importante, ai fini SEO, anche ricorrere ai microdati forniti da Schema.org per creare una Rich Snippet, ovvero una snippet potenziata con elementi aggiuntivi tra cui stelline, numero di recensioni e prezzi dei prodotti.

 

Esempio scheda prodotto

Prima di concludere scendiamo nel vivo dell’argomento di questo articolo e immaginiamo di avere un sito e-commerce che tratta articoli di cosmesi e bellezza e di dover scrivere la scheda prodotto di una nuovissima e performante piastra per capelli.

 

Sotto il nome del prodotto, in genere a destra o sinistra delle foto e dei video raffiguranti il prodotto, dovrà essere inserita la descrizione breve, ad esempio:

“Piastra per Capelli per lo Styling Liscio o Mosso, Rivestimento in Ceramica, Regolazione Temperatura da 150°C a 250°C, Sistema Riscaldamento Rapido, Colore Oro”.

 

A seguire andranno inserite:

  • Descrizione dettagliata con tutte le informazioni sul produttore, il packaging, le modalità di utilizzo della piastra, il prezzo e le modalità di spedizione;
  • Sezione specifica contenere commenti e recensioni positive di altri utenti che hanno acquistato lo stesso prodotto;
  • Riquadri finali con articoli corredati, alternativi e complementari.

 

 

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine del nostro articolo su come realizzare una scheda prodotto ottimizzata in ottica SEO ed efficace per l’e-commerce in cui ti abbiamo dato la maggior parte degli input necessari riguardo per ottimizzare le schede prodotto del tuo e-commerce in ottica SEO tenendo conto di tutti gli elementi e le funzionalità strategiche. 

Inutile dire che si tratta di un’attività che potrai gestire direttamente oppure, per ottenere risultati ancora più soddisfacenti dal punto di vista di vendite e fatturato,  affidare alla cura dei tecnici programmatori specializzati Unidevs della tua città.

Gennaro Napoletano

Sono Gennaro Napoletano un Consulente SEO per Imprenditori e Professionisti.
Nel 2012 mi sono Laureato in Informatica all’università degli studi di Salerno.
Il 23 Settembre del 2017, dopo aver seguito un corso SEO professionale della durata di circa sei mesi ed aver superato l’esame, ho conseguito la qualifica di: SEO Senior

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *