seo magneto migliorare posizionamento Google
  • Febbraio 21, 2022
  • Gennaro Napoletano
  • 0

Come fare SEO in Magento?

Un quesito che è al centro dell’attenzione di tutti coloro che utilizzano uno dei migliori CMS presenti online e a cui non si può non rispondere. Oggi se vuoi che il tuo e-commerce abbia successo, aumentando la visibilità dei tuoi prodotti e le conversioni, non puoi fare a meno di porre attenzione al SEO Marketing.

L’ottimizzazione dei motori di ricerca è ciò che influenza la scelta alla SERP di Google, ciò che permette di differenziare la tua attività da quelle di migliaia di altri negozi online. Fare SEO in Magento vuol dire porre attenzione che il tuo e-commerce abbia quelle caratteristiche che permettono a Google di considerarlo un sito di valore.

Le conseguenze? 

Se sai come ottimizzare il tuo CMS Magento, potrai ottenere una maggior numero di conversioni e rendere le tue strategie pubblicitarie ancora più efficaci. Come puoi notare, la SEO è come sempre la protagonista di ogni tua attività sul Web, anche quando stai inserendo un catalogo di articoli o scrivi una descrizione.

Se sei alla ricerca di una guida su come fare SEO in Magento, sei arrivato nel posto giusto. Nel nostro articolo abbiamo analizzato tutti i paesaggi necessari per rendere la tua pagina Magento user-friendly e ottimizzarla per Google.

Come fare? Segui i nostri consigli.

 

Come fare SEO su Magento 2

Aprire un sito e-commerce in Magento ha una serie enormi di vantaggi, e tra questi vi è anche la possibilità di intervenire nelle impostazioni per ottenere la migliore ottimizzazione per i motori di ricerca.

Infatti, se si vuole effettuare una classifica tra i principali CMS al primo posto delle funzionalità SEO-friendly si può porre proprio Magento e in particolare la versione aggiornata di Magento 2. Ciò è reso possibile grazie alla creazione di un’estensione, che prende il nome di Magento 2 SEO Extension che ha reso ancora più semplice migliorare questo aspetto nella SEO. 

Se non hai ancora aggiornato questo CMS alla versione successiva ti invitiamo a leggere la nostra recensione su come e perché aggiornare Magento 1 a 2

Andiamo ad analizzare la parte pratica. Di seguito avrai tutti i consigli utili per ottenere il massimo delle potenzialità dal tuo e-commerce.

 

Mantenere Magento aggiornato

Il primo punto è l’aggiornamento di Magento, un’operazione che come hai notato se hai letto la nostra guida, è abbastanza intuitiva, ma che prevede comunque una serie di interventi tecnici che richiedono attenzione e soprattutto una conoscenza profonda di questo CMS.

Per questo, se vuoi avere subito tutte le potenzialità della versione immessa nel 2015, può essere utile rivolgersi a un consulente Magento. Come fare? Basta contattare la nostra agenzia.

Perché aggiornare questo CMS?

Il primo aspetto da considerare è che in Magento 2, come abbiamo indicato prima, è stata inserita un’estensione specifica per quanto riguarda la SEO. Questo facilita molto il tuo compito di ottimizzazione dei contenuti e del tuo e-commerce, dato che avrai già una serie di impostazioni programmate di default da parte della piattaforma.

Inoltre, devi aggiungere che l’aggiornamento presenta dei vantaggi in fatto di:

  • grafica;
  • prestazioni di velocità;
  • correzione dei bug;
  • sicurezza.

Sono tutti fattori che vengono presi in considerazione da Google e che ti permettono di acquistare un punteggio sulla SEO.

La conseguenza è semplice. Più l’interfaccia del tuo e-commerce appare affidabile, sicura e veloce e più otterrai un valore da Google aumentano la tua visibilità. Ottenere visibilità è tutto in un mondo come quello del Web, in cui può fare la differenza tra successo e oblio della tua azienda.

 

Ottimizzazione URL

Rendere l’esperienza dell’utente positiva, è tra i fattori che aiutano a fidelizzare i clienti e a spingerli a utilizzare il tuo e-commerce in Magento. Ecco che in questa prospettiva si colloca l’ottimizzazione URL in Magento.

Cosa vuol dire?

Quando carichi una pagina del tuo e-commerce comparirà nella barra di ricerca una descrizione che il più delle volte presenta un numero infinito di codici e numeri, un qualcosa di poco apprezzato dagli utenti e da Google.

Grazie alle impostazioni di Magento 2 avrai la possibilità di:

  • riscrivere la URL;
  • eliminare il file index.php

Per modificare le URL in modo che i codici dei prodotti non verranno aggiunti automaticamente, ti basterà accedere al pannello di controllo e selezionare la voce Configurazione. Dovrai accedere alla sezione Web, alle Option Url e nella impostazione Aggiungi Codice negozio, selezionare la vice No

Altro vantaggio può essere quello di rimuovere il file index.php da tutte le url. Se vuoi effettuare questa procedura in maniera rapida, ti rimandiamo alla nostra guida su cos’è il file .htaccess.

 

Evitare duplicazione prodotti

Uno dei problemi che può assillare chi gestisce un e-commerce, soprattutto se disponi di un numero ampio di prodotti, è quello della duplicazione dei contenuti.

Infatti, può avvenire che URL differenti facciano riferimento alla medesima pagina, dato che potrai avere dei prodotti che sono raggruppati in una stessa categoria. 

Questo aspetto però non è visto bene da Google, dato che ai fini di classificazione della SERP avrà difficoltà a considerare a quel prodotto far riferimento. La conseguenza è quella di avere una declassificazione del tuo sito.

Per evitare questo, sarà necessario abilitare l’opzione tag canonical. Per scoprire come evitare una duplicazione di prodotti e delle categorie, potrai leggere la nostra guida su come importare le categorie in Magento o su come inserire i prodotti.

 

Realizzazione schede prodotto ottimizzate in ottica SEO

I contenuti sono tra i principali fattori che vengono presi in considerazione dai motori di ricerca in chiave SEO. Ciò vale anche per le tue schede prodotto.

Cosa significa?

Nel momento in cui inserisci un articolo dovrai anche descriverlo, introducendo una serie di termini e di frasi che devono essere realizzati in modo preciso.

Vediamo in breve quali sono gli aspetti da considerare:

  • parole chiavi: dovranno essere presenti sia nel titolo del prodotto sia nella descrizione e corrispondenti alle principali query che vengono effettuare su Google.
  • informazioni dettagliate: dovrai inserire un contenuto che descriva in modo specifico il prodotto che stai vendendo e che permetta al cliente di avere una consapevolezza completa delle sue caratteristiche e dei vantaggi che potrà avere acquistandolo.
  • testimonianze: può essere utile aggiungere dei commenti da parte di clienti che lo hanno utilizzato, che siano obiettivi e veritieri;

Vuoi approfondire come realizzare i contenuti in modo efficace? Leggi la nostra guida su come ottimizzare le schede prodotto in chiave SEO.

 

Ottimizzazione delle Immagini

Uno degli errori più comuni nell’inserire un prodotto su Magento 2 è quello di non fare attenzione all’ottimizzare delle immagini e alle informazioni collegati ai file multimediali.

Cosa vuol dire?

Se fai caso al file che hai caricato, noteria che ha un preciso nome, inoltre l’immagine stessa avrà delle dimensioni. Per ottimizzare le immagini in chiave SEO ecco quali sono i passaggi necessari:

  • cambia il nome del file;
  • inserisci un testo alternativo;
  • valuta le dimensioni più adatte.

Analizziamo i singoli aspetti. Il nome del file è la voce che identifica sul tuo computer l’immagine. Spesso sono numeri e lettere messe a caso e che non fanno riferimento all’immagine stessa.

Dovrai cambiarla con una parola chiave collegata al prodotto. Per esempio, se stai vendendo delle scarpe sportive di una determinata marca, potrai fare una ricerca sulla SERP e inserire la parola “scarpe da ginnastica e il brand id riferimento”.

Perché cambiare il nome?

Questo si andrà a inserire nell’URL dell’immagine e quindi può essere un valido elemento per permettere a Google e al cliente di trovare più velocemente il tuo prodotto.

Il passo successivo è quello di inserire un testo alternativo all’immagine. Perché è utile?

Spesso può capitare che per diversi motivi l’immagine non venga caricata, oppure passando sopra con il mouse si evidenzi la descrizione. Ora se non aggiunti il testo alternativo questo elemento rimarrà vuoto. La conseguenza è che per Google manca qualcosa alla tua pagina. Quindi scrivi una descrizione che sia breve e che contenga anche la parola chiave principale o alcuni sinonimi.

Infine, anche le dimensioni delle immagini sono importanti. Infatti, un file troppo grande impiegherà più tempo a caricarsi con la conseguenza di spingere il lettore a scambiare pagina.

Devi considerare che un utente non attende più di 3 secondi per visionare la tua scheda prodotto. Cosa succede dopo? Se sei fortunato cercherà un altro articolo, altrimenti sceglierà un sito simile al tuo, con la conseguenza di perdere una possibile conversione.

 

Sitemap

La creazione di una Sitemap Xml in Magento 2 può essere un altro utile strumento per ottimizzare il tuo sito in chiave SEO. Questo termine identifica la creazione di una pagina che riassume al suo interno tutti gli URL del sito.

Perché è utile?

La sua presenza faciliterà la scansione da parte dei crawler, ovvero i software predisposti da un motore di ricerca per analizzare e scandagliare i contenuti della rete.

Hai una Sitemap?

Perfetto, otterrai un punteggio maggiore di indicizzazione nella SEO.

Non hai una Sitemap?

Non preoccuparti. Magento 2 ti permette di crearla in pochi passaggi guidati. Se vuoi effettuarli in maniera veloce e senza commettere errori, leggi la nostra guida su come creare una Sitemap in Magento

Di seguito ti riassumiamo brevemente come fare:

  • accedi allo store;
  • selezione la voce Configurazione;
  • accedi al catalogo e seleziona le voci XML Sitemap;
  • abilita la generazione della Sitemap e stabilisci i parametri;
  • seleziona aggiungi un Sitemap e salva le impostazioni.

 

Ottimizzazione file Robots

Se hai ottimizzato la Sitemap il passo successivo è quello di controllare il file Robots.txt. Cos’è?

È un sistema che permette di semplificare la ricerca del crawler, stabilendo attraverso di esso quali parti del sito devono essere scannerizzati dal software. In questo modo potrai migliorare l’indicizzazione dell’e-commerce.

Inoltre, potrai anche ottimizzare il tuo budget pubblicitario riducendolo e realizzando comunque una maggiore visibilità.

Come fare a modificare questo file? Ecco i passi da seguire:

  • accedi allo store, ed entra nella sezione archivi;
  • scegli impostazione e il menù configurazioni;
  • nel riquadro posto sul lato sinistro, clicca sulla voce Generale e poi su Progettazione;
  • a questo punto evidenzia la sezione Search Engine Robots e stabilisci quali sono le modifiche che vuoi apportare.

 

Usabilità

Le statistiche sul Web sono molto chiare. Se vuoi ottenere visibilità per il tuo e-commerce devi rendere l’esperienza utente del tuo sito elevata.

Cosa significa?

Prima di scegliere la strategie di marketing più efficace o i contenuti di valore, la tua pagina deve avere una struttura che permetta di semplificare la navigazione. Inoltre, il cliente dovrà avere la possibilità di trovare ciò che gli serve in poco tempo e con pochi passaggi.

L’insieme di questi concetti sono definiti come i principi di usabilità per un e-commerce. Porre attenzione all’ottimizzazione di questi aspetti vuol dire rendere l’User Experience dell’utente positiva, un qualcosa che spingerà il cliente a:

  • completare una conversione;
  • fidelizzarsi.

Infatti, se tutte le informazioni sui prodotti e sugli acquisti sono chiari e trasparenti, l’utente sarà invogliato a completare quel processo di acquisto con il pagamento finale.

Infine, se ha ottenuto un’esperienza positiva dalla navigazione sul tuo sito di e-commerce, questo lo porterà a preferirlo rispetto ad altri shop online e decidere di tornare, effettuando una nuova conversione.

 

Velocità caricamento delle pagine

 Tutto il tuo lavoro nel creare un e-commerce, nell’elaborare una pagina e nel descrivere i tuoi prodotti, alla fine sin concretizza in 3 secondi. Infatti, se la tua pagina viene caricata in questo arco di tempo avrai ampie probabilità che l’utente rimanga sul tuo sito e che effettui una conversione.

 Invece, se la tempistica è più lunga, il 90% degli utenti tenderà a cercare un sito alternativo.  È una lotta contro il tempo, ma che grazie alle impostazioni di Magento 2 potrai vincerla.

Infatti, vi sono una serie di soluzioni che sono state predisposte dai programmatori. Ecco alcune soluzioni:

  • abilita le funzionalità di memorizzazione delle cache;
  • abilita il Flat Catalog;
  • unisci il file CSS e JS.

Per seguire tutti i passaggi e migliorare il caricamento della tua pagina, potrai approfondire gli aspetti tecnici leggendo il nostro articolo su come ottimizzare e incrementare la velocità del tuo e-commerce Magento.

 

Integra un blog e ottimizza i link interni

L’ultimo consiglio per ottimizzare Magento in chiave SEO, anche se non meno importante degli altri, è quello di creare dei link interni alle pagine. Un sistema molto utile che permette a un utente di navigare su tutto il tuo sito in maniera più rapida.

Potrai creare quindi dei collegamenti tra le varie sezioni che saranno visualizzati dai crawler al fine di verificare quale sono le relative interconnessioni.

Inoltre, se vuoi dare valore al tuo e-commerce, potrai aggiunger anche un blog interno, il quale preveda una serie di articoli strutturati con adeguate parole chiave SEO e che rispondano a quesiti o a problematiche da parte degli utenti. La presenza di un blog può fare la differenza per aumentare le vendite del tuo sito. 

Infatti, potrai utilizzare una strategia di content marketing e semplificare il processo con cui un utente decide di acquistare un prodotto o un servizio.  Se vuoi integrare un blog in Magento 2 ti basterà installare l’apposito plug-in previsto e iniziare a inserire contenuti.

 

Devi posizionare il sito Magento? Chiedi ai nostri Consulenti SEO

Fare SEO in Magento è un’attività indispensabile che ti permetterà di ottenere degli enormi vantaggi per il tuo commercio online. Infatti, potrai migliorare la tua visibilità, scalando la classifica della SERP, ottenendo un maggior numero di conversioni.

Come hai letto, i passaggi da considerare sono diversi e a volte molto tecnici. Certo la piattaforma Magento 2 è stata creata in modo da essere intuitiva, ma in ogni caso se vuoi ottenere la giusta ottimizzazione SEO, dovrai porre attenzione a diversi aspetti

Un qualcosa che ti richiede molto tempo, e inoltre, prevede la necessità di conoscere le basi di programmazione di questo CMS. Tempo che potrai dedicare invece, a migliorare i tuoi prodotti e ad aumentarli, espandendo il tuo business.

 In questa prospettiva può essere una valida soluzione rivolgersi a un consulente SEO e SEM, specializzato nel CMS Magento.

In questo modo avrai la certezza che il tuo e-commerce otterrà un numero alto di visualizzazioni e offrirà un’User Experience positiva. A chi rivolgersi? Contata la web Agency Unidevs.

Gennaro Napoletano

Sono Gennaro Napoletano un Consulente SEO per Imprenditori e Professionisti.
Nel 2012 mi sono Laureato in Informatica all’università degli studi di Salerno.
Il 23 Settembre del 2017, dopo aver seguito un corso SEO professionale della durata di circa sei mesi ed aver superato l’esame, ho conseguito la qualifica di: SEO Senior

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.