scegliere la giusta Strategia di offerta google ads
  • Gennaio 31, 2022
  • Gennaro Napoletano
  • 0

Sei alla ricerca della migliore strategia di offerta di Google Ads?

Non sai come valutare l’obiettivo di una tua campagna?

Domande a cui devi trovare risposta se sei in procinto di organizzare il tuo piano di marketing e utilizzi la piattaforma di Google.

Spesso si commette l’errore di sottovalutare la strategia e di non fissare degli obiettivi. La conseguenza è quella di trovarsi a investire tempo e denaro, senza però ottenere il risultato sperato. 

Forse penserai che sia un discorso molto tecnico. Per certi aspetti sono diverse le variabili che dovrai considerare e per questo potrà essere utile richiedere l’aiuto di un consulente di marketing.

Dall’altro, però devi comprendere come funziona una strategia e come fissare un obiettivo sulla piattaforma Google Ads. In questo modo potrai tu stesso valutare gli effetti delle tue campagne, crearle in maniera autonoma e, se ti affidi a un’agenzia come Unidevs, comprendere la tipologia di lavoro che viene eseguito.

Non preoccuparti, non devi avere una competenza specifica in Google Ads. Ti basteranno le basi e seguire attentamente la nostra guida.

 

I 5 obiettivi di una Campagna Google ADS

Se disponi di un account Google Ads, avrai avuto anche a che fare con le prime campagne. Ora se vuoi potenziare al massimo questo strumento e ottenere una maggiore visibilità dei tuoi annunci dovrai porre attenzione a:

  • strategie;
  • obiettivi.

Cos’è una strategia di web marketing?

È il complesso di attività finalizzate al raggiungimento di un preciso obiettivo aziendale. Attraverso di essa avrai la possibilità di definire il target di utenti da raggiungere e gli strumenti da utilizzare. 

Come hai notato, attraverso una strategia si può raggiungere un obiettivo specifico. Quest’ultimo possiamo definirlo come il fine ultimo, ovvero la motivazione che ti spinge a dover creare una campagna, per esempio, puoi voler aumentare il numero di clic dei tuoi annunci, oppure ottenere un maggior numero di conversioni o visualizzazioni.

Il sistema di Google Ads ti propone 5 obiettivi, attraverso i quali potrai scegliere la strategia più appropriata. 

 

Le tipologie di obiettivo

Un obiettivo ti permette di raggiungere un preciso traguardo pubblicitario. Dovrai partire proprio da questo aspetto per poi sviluppare tutte quelle attività che fanno parte della strategia.

Ecco quali sono gli obiettivi principali presenti sulla piattaforma di advertising di Google:

  • Smart Bidding: un sistema molto utile se effettui costantemente il monitoraggio delle conversioni, e vuoi che i clienti eseguano una particolare attività una volta giunti sul sito o sulla landing page.
  • Costo per clic: è molto utile se vuoi incrementare il traffico sul tuo sito web e focalizzarti sull’utilizzo degli annunci CPC.
  • Costo per mille impressioni visibili: un obiettivo conosciuto anche con l’acronimo vCPM, molto utile se stai facendo branding e vuoi aumentare la visione del tuo brand.
  • CPV e CPM: sono due acronimi che identificano il costo per visualizzazioni o quello per mille impressioni, molto adatti se utilizzi spesso annunci video, oppure il tuo obiettivo è quello di incrementare la visualizzazione e le attività degli utenti con l’inserzione.
  • CPV: potrai fissare l’obiettivo di costo per visualizzazione se principalmente la tua strategia di marketing si fonda su elementi multimediali come i video.

Andiamo ad analizzare i singoli obiettivi, valutando quali sono le loro caratteristiche e le relative strategie applicate.

 

Smart Bidding

Il termine Smart Bidding identifica un insieme di strategie che impiegano un sistema di machine learning al fine di ottimizzare le conversioni su una singola asta.

Questo strumento è molto utile per migliorare l’efficacia proprio delle conversioni dei tuoi annunci, dato che impiegherà una serie di parametri, come la tipologia di località, l’ora e il giorno, i dispositivi impiegati, e il sistema operativo, per fare gli esempi più comuni.

Attraverso di essi potrai impostare la tipologia di offerta più adatta e acquisire quindi la posizione migliore per il tuo annuncio. 

L’obiettivo Smart Building è utile per le seguenti strategie:

  • Costo per azioni: indica una spesa media che andrai a pagare per un certo numero di conversioni. In questo modo potrai puntare sull’aumento delle conversioni, dato che ogni volta che un utente effettua una ricerca, Google Ads impiegherà il CPA al fine di creare l’offerta più adatta per l’asta.
  • ROAS: questo acronimo identifica il Return on Advertising Spend, tradotto come ritorno sulla spesa pubblicitaria. Il ROAS viene calcolato con un rapporto tra le spese sostenute per affrontare le campagne e le entrate collegate alle conversioni ottenute attraverso di esse. Se imposti questa strategia potrai ottimizzare il valore di conversione e quindi aumentare il ROAS. Ciò vuol dire che i guadagni ottenuti dalle inserzioni sono maggiori.
  • Massimizza le conversioni: è una strategia che ti permette di aumentare le conversioni, dato che potrai mostrare gli annunci, prendendo come riferimento alcuni parametri collegati alle tipologie di ricerche degli utenti. Ciò è possibile dato che l’offerta Massimizza le conversioni si basa sui dati storici di una campagna e quindi andando a creare un’offerta ottimale da presentare in un particolare contesto di asta. Un sistema che utilizza un metodo di machine learning, che ti permette di ottenere condizioni migliori e soprattutto un costo di conversione più basso, in base al tuo budget.
  • Massimizza il valore di conversione: è una strategia alternativa al ROAS, dato che ti permette di ottimizzare la spesa senza dover stabilire un preciso budget proprio per il Return on Advertising Spend.
  • CPCO: acronico che fa riferimento alla strategia del costo per clic ottimizzato. Avrai la possibilità di intervenire in maniera diretta modificando le eventuali offerte con lo scopo di massimizzare le conversioni.

 

Offerte basate sul CPC

Le campagne che si basano sugli annunci CPC, o anche definite pay per click o costo per clic, prevedono il pagamento di una somma ogni volta che un utente utilizza il banner pubblicitario.

Se il tuo obiettivo è quello di aumentare il numero di clic e quindi le possibilità di un utente di accedere al tuo sito, potrai utilizzare due strategie: Massimizza i clic e Offerta manuale basata sui clic.

La strategia Massimizza i Clic è molto utile se hai poca dimestichezza con Google Ads, dato che avrai accesso a un sistema automatico che ti permette di gestire le offerte migliori al fine di ottenere il numero più elevato di clic.

Inoltre, è molto utile se non vuoi intervenire manualmente per monitorare e aggiornare le singole offerte, che verranno eseguite sempre dal sistema. Infine, è funzionale se hai l’obiettivo di potenziare il traffico sul tuo sito.

Invece, se disponi di competenze sulle campagne di marketing con Google Ads e di tempo da dedicare alla gestione del CPC potrai optare sulla offerta manuale basata su CPC.

Come puoi intuire dal nome, avrai la possibilità di intervenire in maniera autonoma al fine di controllare le offerte costo per clic e puntare quindi su una precisa parola chiave o un particolare posizionamento.

Avrai anche l’opportunità di concentrare il tuo budget solo su una specifica campagna e in questo modo cercare di aumentare il traffico.

Questa strategia può ottenere dei validi risultati rispetto alla versione Massimizza Clic, ma dovrai fare attenzione a compiere le scelte più adatte.

Un esempio può essere utile. Immagina che il tuo sito venda una serie di prodotti per la tolettatura dei cani, ma ti interessa principalmente vendere gli shampi. Con l’offerta CPC anche se disponi di diverse parole chiave, potrai scegliere di impostare i banner pubblicitari solo con riferimento a quella relativa al termine shampi, utilizzata ogni volta che si effettuerà una specifica ricerca con l’attivazione dell’annuncio.

 

Visibilità

La visibilità del tuo sito Web è un fattore che influisce in maniera diretta sul numero di conversioni.

Infatti, se effettui un’adeguata attività SEM, potrai scalare le classifiche di Google e quindi ottenere maggiore visibilità e quindi visite sul tuo sito.

L’obiettivo visibilità può essere utile sia in una fase inziale in cui inserisci la tua pagina sul web e devi farla conoscere, sia per aumentare il traffico.

Ecco quali sono le strategie principali per raggiungere questo obiettivo.

  • Quota impressioni: è una tipologia di strategia automatica in base alle quali le offerte verranno posizionate in modo da far comparire il tuo annuncio nella parte superiore della pagina, in quella inferiore o in qualunque luogo possa essere considerato più valido da Google per aumentare la visibilità.
  • CPM: utile se impieghi video o file multimediali nelle tue campagne e quindi pagherai gli annunci in base al numero di visualizzazioni che ricevi attraverso YouTube e sulla rete Display di Google.
  • tCPM: potrai ottimizzare le offerte stabilendo una media per ogni mille visualizzazioni che vengono eseguite dagli utenti. In questo modo otterrai un CPM medio oppure inferiore della campagna.
  • vCPM: prevede una gestione manuale finalizzata per aumentare l’awareness. Infatti, avrai la possibilità di impostare manualmente l’importo massimo per ogni 1000 visualizzazioni. Questo sistema è molto utile se vuoi aumentare la visibilità del tuo brand, oppure utilizzi principalmente annunci con video o illustrati.

 

Visualizzazione ed interazione

Infine, se il tuo obiettivo è aumentare le visualizzazioni dei tuoi video potrai utilizzare la strategia CPV ovvero costo per video. In base ad essa pagherai in rapporto al numero di interazioni che gli utenti hanno avuto con i tuoi file multimediali. 

 

Quale strategia scegliere

Quando imposti una strategia, questa deve riflettere la tua attività di marketing e inoltre corrispondere all’obiettivo pubblicitario.

Devi però considerare che se da un alto dovrai creare una sinergia tra, strategie, obiettivo e compagnia, all’interno di quest’ultima vi possono essere diversi traguardi da raggiungere.

Per esempio, potrai impostare degli annunci al fine di aumentare i clic, oppure una per incrementare la visibilità o il ROAS. Per questo sarà utile impostare un piano di marketing con attenzione e soprattutto rimanere fedeli agli obiettivi.

A questo punto, potresti domandarti come fare a scegliere una strategia di marketing. Di seguito ti riportiamo una tabella in cui abbiamo riassunto le opzioni disponibili per le attività automatiche.

 

Obiettivo dell’attività Obiettivo della campagna Metodo Smart Bidding
Aumentare i profitti Ottenere il massimo valore di conversione possibile con un budget fisso o un ritorno sulla spesa pubblicitaria fissa    Massimizza il valore di conversione, ROAS
Aumentare le vendite o i lead Ottenere il maggior numero possibile di conversioni con un budget fisso o un costo per azione fisso Massimizza le conversioni, CPA
Aumentare i visitatori del sito web Ottenere il maggior numero possibile di clic sui tuoi siti web con il budget specifico Massimizza i clic
Aumentare o consolidare la consapevolezza Mostrare il tuo annuncio nella posizione (ad es. nella parte superiore della pagina) e con la quota visualizzazioni nelle aste che ti interessano Quota visualizzazioni

 

Devi configurare una campagna Google ADS? Chiedi a Unidevs

Scegliere le giuste strategie offerte da Google Ads può fare la differenza per ottenere il massimo dei risultati dalla tua strategia di marketing e al contempo ridurre l’investimento necessario alla pubblicità.

Otterrai in questo modo un doppio vantaggio: economico e in quanto a risultato. Infatti, avrai la possibilità di raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissati impiegando gli strumenti proposti dalla piattaforma di Google. 

Un sistema intuitivo che ti permette di valutare 5 strategie preimpostate e che determineranno dei validi risultati per la tua attività di business. 

Per configurare campagne di Advertising performanti, come avrai notato dal nostro articolo vi sono una serie di scelte che dovrai compiere e valutazioni attente per quanto riguarda gli obiettivi che vuoi raggiungere

Queste attività richiedono un certo tempo e soprattutto una visione di insieme di quale deve essere il traguardo che vuoi raggiungere sia nel breve tempo, sia nelle fasi di sviluppo successive della tua azienda.

In questa prospettiva se vuoi configurare nel modo più adatto una campagna Google Ads, può essere utile richiedere l’assistenza di una Agenzia di Marketing. A chi rivolgersi? La soluzione è contattare Unidevs.

Gennaro Napoletano

Sono Gennaro Napoletano un Consulente SEO per Imprenditori e Professionisti.
Nel 2012 mi sono Laureato in Informatica all’università degli studi di Salerno.
Il 23 Settembre del 2017, dopo aver seguito un corso SEO professionale della durata di circa sei mesi ed aver superato l’esame, ho conseguito la qualifica di: SEO Senior

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.