universal analytics non sarà più supportato a partire dal 1 luglio 2023

A partire dal 1° luglio 2023 Google Universal Analytics non sarà più disponibile per gli utenti. Anche la sua versione a pagamento, Universal Analytics 360, seguirà la stessa sorte dal 1° ottobre dello stesso anno

Cosa significa esattamente?

La conseguenza più diretta per i gestori di siti internet è che la celebre piattaforma di raccolta ed elaborazione dei dati smetterà di funzionare. Tranquilli, perché, al suo posto sarà possibile passare, naturalmente dopo una fase di transizione e di rodaggio, ad un tool ancora più completo e performante chiamato GA4.

Ora, dato che le date 1 luglio e 1 ottobre 2023 non sono poi così lontane come sembrano, che ne dici di cominciare fin da adesso a sapere qualcosa di più sulla nuova piattaforma GA4 e su quale fine faranno i tuoi dati finora raccolti con Google Universal Analytics?

Saranno ancora visualizzabili o spariranno per sempre? Andiamo a scoprirlo insieme leggendo i prossimi paragrafi di questo articolo.

 

Come controllare se hai entrambe le proprietà di Universal Analytics e GA4

Se ti sei ripreso da quanto appena letto e sei sopravvissuto alla notizia di un cambiamento che appare davvero come epocale, tanto che lo stesso Google ha parlato di sunset o tramonto di Universal Analytics, ti do subito un’altra notizia, stavolta più rassicurante: la nuova piattaforma GA4, se da una parte comporterà numerosi cambiamenti strutturali e di visualizzazione, dall’altra è uno strumento già perfettamente fruibile fin da adesso. 

Questo ci rincuora, dal momento che se non vogliamo arrivare in preparati alla grande trasformazione, possiamo già attrezzarci fin d’ora per conoscere meglio il nuovo strumento di raccolta e analisi dei dati di cui ci dovremo avvalere per tutte le nostre strategie di web marketing aziendale.

Sicuramente la prima cosa da fare è controllare se il tuo sito ha entrambe le proprietà di Universal Analytics e Google Analytics 4. È infatti già perfettamente possibile impostare il  dual setup, ossia avere tutte e due le piattaforme, predisponendole a raccogliere dati in modo parallelo. In questo modo, quando Google staccherà la spina a Universal Analytics. avrai già tutti i dati principali che ti servono per elaborare il tuo piano di marketing sulla nuova applicazione.

Questo, inoltre, ti permetterà di prendere confidenza con la nuova interfaccia grafica, le nuove metriche e i nuovi strumenti che, come vedremo nel paragrafo che segue, saranno rivisti, ampliati e modificati.

Attenzione, perché anche tutti i collegamenti esterni ad altre piattaforme compresa  Google Ads avranno la necessità di essere migrati per tempo al fine di non correre il rischio di perdere dati e di trovarsi male dopo.

Ma come controllare se la proprietà Google Analytics comprende già anche l’uso della nuova piattaforma G4? Ce lo spiega in questo caso lo stesso Google nelle proprie pagine di assistenza

  • Se hai creato la proprietà prima del 14 ottobre 2020, è probabile che tu stia utilizzando una proprietà Universal Analytics.
  • Se hai creato la tua proprietà dopo il 14 ottobre 2020, è probabile che tu stia già utilizzando una proprietà Google Analytics 4 e non sarà necessario intraprendere alcuna azione.

 

Come fare ad esportare i dati dalla mia proprietà Universal Analytics?

L’esportazione dei dati storici da Universal Analytics a G4 è un’attività che comporta qualche conoscenza tecnica ma che per fortuna ammette vari tipi di formati:

  • CSV
  • TSV
  • TSV per Excel
  • Excel (XLSX)
  • Fogli Google
  • PDF
  • I clienti di Google Analytics 360 possono anche esportare in BigQuery

Al momento comunque lo stesso Google si riserva di poter dare altre indicazioni sull’esportazione dei dati in prossimità della data in cui Universal Analytics non sarà più disponibile.

 

Cosa differenzia Universal Analytics e GA4

Una delle principali differenze fra Google Universal Analytics (UA) e il nuovo Google Analytics 4 (GA4), dove con “4” si allude alla quarta rivoluzione degli analytics che quindi promette di essere portatrice di grandi cambiamenti, riguarda principalmente la struttura degli eventi e loro visualizzazione.

Sappiamo  ad esempio che UA ha diverse tipologie di Hit o eventi e che la  loro categorizzazione è abbastanza sommaria. GA4 al contrario è più flessibile e ha sicuramente meno restrizioni, in quanto funziona solo con Hit di tipo Evento e relativi parametri.

Inoltre, altro aspetto molto positivo, alcune configurazioni di tracciamento per la  raccolta di dati sono impostate in automatico e vengono gestite direttamente all’interno della piattaforma.

Ma  vediamo subito un esempio per comprendere meglio cosa si intende per flessibilità di Google Analyticcs 4. Con Universal Analytics eravamo abituati a ragionare con solo 4 parametri/  tipi di eventi:

  • Categoria;
  • Azione;
  • Etichetta;
  • Valore.

Questi 4 parametri sono solitamente realizzati dallo strumento Google Tag Manager e di lì importati su Google Analytics al fine di organizzare/categorizzare i vari comportamenti degli utenti.  

In Google Analytics 4, invece, le cose funzionano ben diversamente. Non sei infatti più costretto a rimanere bloccato dietro questi 4 parametri ma puoi impostare tutti i tag che  vuoi e che ti servono per analizzare gli eventi e i comportamenti sul tuo sito o sul tuo store online.

Anche qui non devi far altro che entrare nel tuo account Google Tag Manager, cliccare su > Tag Configuration > GA4 Event e inserire l’Event name che desideri. Detto in soldoni, puoi scegliere di implementare in modo del tutto libero ed autonomo tutti i parametri che vuoi ai fini di soddisfare nel modo più completo ed esauriente possibile tutti i tuoi obiettivi di analisi.

Ovviamente,  GA4 è un tool ancora in divenire e non è detto che di qui al momento della grande trasformazione non possano esserci differenze fra i due strumenti ancora più performanti e significative. Tieni d’occhio il nostro sito per scoprirlo dato che noi non ce lo lasceremo senz’altro sfuggire!

 

Non hai ancora configurato GA4: E’ ora di farlo

Indubbiamente le date del 1 luglio e del 1 ottobre 2023 sembrano molto lontane, ma visto che il passaggio da Universal a Google Analytics 4 segna un cambiamento epocale è bene iniziare fin d’ora a prepararsi alla transizione. Come? Configurando già il doppio tracciamento dei  dati su entrambe le piattaforme, cosa che come ti abbiamo detto nei paragrafi precedenti è già perfettamente possibile.

A tale scopo di consigliamo innanzitutto di prepararti per tempo alla migrazione di tutti dati chiedendo il supporto di un operatore specializzato come Unidevs. I nostri esperti sapranno anche guidarti nell’uso corretto della nuova piattaforma, sfruttandone così al pieno tutte le importanti e significative potenzialità.

Truccone Davide

Sono Davide Truccone Imprenditore e Project Manager di Unidevs.
La nostra agenzia nasce da un'idea ambiziosa, innovativa, fornire assistenza a 360° gradi alle piccole imprese italiane che hanno bisogno di figure estremamente qualificate.

https://www.unidevs.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.