bot whatsapp business

Come abbiamo visto in un precedente articolo, un chatbot, chiamato anche “chat robot”, non è altro che un programma di intelligenza artificiale che è in grado di simulare una conversazione umana utilizzando una macchina.  Questo tipo di applicazioni oggi è già abbastanza diffuso su piattaforme come Facebook e Messenger, mentre su programmi di messaggistica per aziende come WhatsApp Business nel nostro paese siamo solo ai primi passi. 

Ciò detto, è evidente comunque che gli Whatsapp chatbot o bot di WhatsApp rappresentano comunque una nuova frontiera per le aziende che vogliono interagire di più con i propri utenti, offrire migliori servizi e ridurre nel contempo l’impegno di lavoro dei propri dipendenti in carne ed ossa. In particolare, sono soprattutto i siti e-commerce che possono sfruttare il potenziale di questi nuovi strumenti digitali per aumentare vendite e fatturato.

Andiamo, quindi, subito a vedere nella guida che segue perché e come creare un bot per Whatsapp al fine di aumentare il tasso di conversione del proprio store online.

 

Perché creare un bot per Whatsapp

Iniziamo dalla domanda più importante: perché creare un bot WhatsApp?

La risposta è quasi immediata: Whatsapp è l’applicazione di messaggistica istantanea più utilizzata, che conta oggi oltre un miliardo e 600 milioni di utenti attivi, in ben 180 paesi diversi. 

Se, quindi, cerchi uno strumento per raggiungere il più ampio numero di utenti contemporaneamente, di sicuro questo può fare al caso tuo. Per il resto, un chatbot di Whatsapp offre gli stessi vantaggi degli altri bot, maggiorati dal fatto che Whatsapp è oggi l’applicazione di messaggistica leader in tutto il mondo.

I chatbot Whatsapp permettono, infatti, di:

  • Offrire un servizio clienti più veloce ed efficace che funzione 24 ore su 24, tutti i giorni della settimana;
  • Aumentare il coinvolgimento degli utenti;
  • Promuovere attività di lead generation e altre attività di promozione e marketing molto più efficaci;
  • Incamerare maggiori dati sui clienti da utilizzare allo scopo di finalizzare la vendita;
  • Ridurre i costi per le risorse umane da destinare all’assistenza clienti;
  • Dare alla propria azienda e/o brand un volto umano avvicinandolo alle persone;

Tutto questo ovviamente, quando si tratta di siti e-commerce, non fa che generare un miglior tasso di conversione, in quanto non solo gli utenti si sentono maggiormente assistiti e coinvolti, ma sviluppano con l’azienda un legame di fiducia molto più stretto che favorisce la fidelizzazione e la vendita.

 

Step per creare un chatbot per Whatsapp

Se sai pensando di creare un bot di Whatsapp, ci sono senza dubbio alcuni aspetti preliminari da chiarire che consistono nel fornire una risposta chiara e precisa alle seguenti domande;

  • Quale obiettivo di marketing deve avere il mio chatbot (fornire informazioni, raccogliere dati, presentare inviti all’azione)?
  • Con chi deve interagire (utenti generici, clienti fidelizzati)?
  • Quale aspetto grafico deve avere (formale, accattivante)?
  • Deve interagire solo per scritto o anche per via orale? 
  • Quali e quanti tipi di domande deve porre (aperte, chiuse)?
  • Quali tipi di contenuti deve poter inviare (testo scritto, immagini, audio, video)?

Dal punto di vista pratico, invece, quando si tratta di creare un chatbot per Whatsapp, hai due scelte:

  • Creare il tuo chat robot da zero utilizzando il codice;
  • Usare una piattaforma di chatbot di Whatsapp di terze parti senza codice (questa è la scelta migliore se non disponi di abili programmatori all’interno del tuo staff e vuoi risparmiare tempo e denaro).

La prima cosa da fare, dopo aver deciso che tipo di chat bot Whatsap vuoi creare e quale delle due modalità sopra descritte utilizzare, è di ottenere l’accesso alle API di WhatsApp Business

Per poter superare questo passaggio sarà necessario registrare il tuo numero di telefono aziendale, sul quale riceverai una chiamata di verifica da parte del team Facebook/ Whatsapp per confermare l’esistenza della tua azienda. Dato che puoi generare la tua chiave API del chatbot di WhatsApp solo una volta, una volta ottenuta copiala e conservala in modo sicuro.

A questo punto, potrai passare alla fase di impostazione vera e propria. Se hai scelto di utilizzare una piattaforma di terze parti, dovrai fornire al tuo provider di servizi:

  • Chiave API;
  • Numero di telefono che hai utilizzato per l’accesso;

Una volta effettuati questi passaggi, se desideri utilizzare le interazioni vocali sul tuo chatbot aziendale di WhatsApp, abilita l’input vocale utilizzando i comandi previsti.

Prima però di mettere online e iniziare a promuovere l’uso del tuo chatbot Whatsapp fra gli utenti mettendo un pulsante sul tuo sito web e/o suoi tuoi canali social, ti consigliamo di effettuare una fase di test, apportando tutte le modifiche necessarie.

 

I Tool più utilizzati

I tool attualmente disponibili per creare chatbot di WhatsApp sono molti, tutti con caratteristiche diverse. Alcuni offrono solo funzionalità di base, altri includono anche funzionalità avanzate: ecco perché devi avere ben chiaro fin da subito qual è l’obiettivo del chat bot che vuoi realizzare e che tipo di conversazione vuoi avere coi tuoi utenti/clienti.

Vediamo di seguito due delle piattaforme di terze parti per realizzare Whatsapp chatbot più complete e facili da usare, fermo  restando che ce ne sono anche molte altre quali Agentbot, ChatCompose, Engati e SnatchBot .

 

NOIBOT

Noibot è una piattaforma di comunicazione e marketing che utilizza i canali di messaggistica più diffusi al mondo (WhatsApp, Telegram, Facebook Messenger) sfruttando Intelligenza Artificiale, NLP e Machine learning 

Permette di inviare vari tipi di contenuti quali immagini, audio video, documenti e file, aggiungendo emoticon e grafiche per i messaggi accattivanti e personalizzate. Gli invii possono anche essere programmati scegliendo entro la tua lista di contatti ed è possibile predisporre le iscrizioni automatiche in modo da ridurre al minimo il tuo impegno. 

Impostando l’assistente virtuale Noibot su WhatsApp Business puoi:

  • Fornire informazioni sul tracking, partenza o mancata consegna di ordini del tuo e-commerce;
  • Segnalare l’emissione di nuove fatture o scadenze;
  • Inviare la conferma di prenotazione di un viaggio, alloggio o semplicemente ristorante;
  • Registrare gli ordini o richieste 24/24h o fornire risposta in tempo reale.

Il costo è a partire da 29 €/ Mese ed è possibile la prova gratuita.

 

Sendpulse

Sendpulse è anch’esso un tool per creare bot di Whatsapp che consente di automatizzare le conversazioni con i tuoi clienti, dal primo punto di contatto alla chiusura della vendita. 

Grazie a questo strumento puoi impostare in modo abbastanza semplice le risposte automatiche del tuo chat robot e organizzare la logica di conversazione in modo da centrare gli obiettivi prefissati. Puoi addirittura un funnel di vendita efficace con un flusso di risposte automatiche per i tuoi iscritti.

Il vantaggio di questo tool è che non sono previsti costi di installazione o abbonamenti, ma paghi solo i messaggi inviati: il prezzo dipende dal paese a cui invii le tue campagne. Ad esempio, il prezzo per un messaggio a un destinatario negli Stati Uniti è di $ 0,014.

 

Esempi di un Bot per Whatsapp

Prima di concludere questo nostro articolo sui bot di Whatsapp, vediamo anche qualche esempio di bot particolarmente performante. C’è da dire ad esempio che uno dei settori in cui i chatbot uniti a Whatsapp hanno funzionato bene è quello dei viaggi. 

L’agenzia di viaggi online PiratinViaggio ha impiegato, ad esempio, il chatbot per inviare notifiche in tempo reale ai propri utenti, fornendo risposte immediate agli utenti e inviando loro contenuti ed offerte specifiche.

La compagnia aerea Lufthansa in collaborazione con la squadra di calcio del Bayern Monaco, ha invece utilizzato un bot per promuovere una lotteria a premi basata su un quiz cui gli utenti dovevano rispondere direttamente attraverso il bot. Primo premio, un viaggio gratuito in Germania!

Tuttavia, anche numerose aziende di livello internazionale utilizzano i bot di Whatsapp per fornire nuovi e interessanti servizi. L’azienda di automobili Volkswagen, ad esempio, utilizza questo strumento regolarmente per fissare appuntamenti con utenti bisognosi di assistenza, mentre il sito tedesco di cucina  Lecker.de lo impiega per rispondere velocemente agli utenti che hanno bisogno di sciogliere dubbi e porre quesiti circa l’esecuzione delle ricette. L’azienda online invia inoltre un’ispirazione culinaria al giorno agli abbonati sempre tramite chatbot.

 

Richiedi una consulenza per integrare un bot whataspp sul tuo sito

Anche per creare un bot su WhatsApp esistono oggi numerose piattaforme di terze parti che le aziende possono utilizzare sfruttando la versione gratuita o a pagamento. 

Tuttavia, rispetto ad altre piattaforme di messaggistica, gli step per creare un chatbot per Whatsapp con questi strumenti risultano un po’ più complessi, per cui è sempre bene affidarsi al supporto di un esperto come Unidevs.

Gennaro Napoletano

Sono Gennaro Napoletano un Consulente SEO per Imprenditori e Professionisti.
Nel 2012 mi sono Laureato in Informatica all’università degli studi di Salerno.
Il 23 Settembre del 2017, dopo aver seguito un corso SEO professionale della durata di circa sei mesi ed aver superato l’esame, ho conseguito la qualifica di: SEO Senior

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.